Miscele in grani

Le miscele in grani Attibassi Espresso Italiano nascono per andare incontro alle esigenze di chi desidera un caffè da macinare sul momento, che liberi in quello stesso istante, tutto il profumo e l’odore dei grani abbrustoliti, confezionati eccellentemente con il packaging Attibassi.

Le miscele in grani dell’azienda consentono di trovare i chicchi nella loro integrità, frutto di una scrupolosa selezione nei paesi di produzione. Le “ricette” sono il frutto di anni di esperienza unita alla sperimentazione continua di Attibassi, tenute in vita dalla passione smodata per questa bevanda, per ottenere, con ogni miscela, un caffè sempre eccellente, perfetto.

Con una variegata fornitura di caffè per il proprio bar o negozio, si è in grado di offrire ai propri clienti un ampio ventaglio di scelte di caffè: tra queste, il caffè in grani non dovrebbe mai mancare, proprio per andare incontro ai gusti di coloro che amano acquistare il caffè nella sua forma (quasi) originaria, in chicchi.

Molta attenzione devono dedicare i fornitori di caffè in grani, così come i concessionari, al momento della vendita del caffè: devono essere in grado di trasmettere ai propri clienti tutta l’attenzione e l’amore dell’azienda verso il caffè, senza lesinare spiegazioni sui processi di produzione.

Le miscele in grani Attibassi, nascono infatti da un’attenta selezione delle materie prime nei paesi di produzione: gli Arabica vengono selezionati in Guatemala, Brasile, Colombia ed Etiopia, mentre i Robusta in India e Africa.

Si tratta di chicchi di prima qualità che, dopo l’attento processo che ha come ultimo step il trasporto in Italia sotto forma di caffè verde, subiscono la fase delicata della tostatura. Fase di vitale importanza per quel che riguarda le miscele in grani: il profilo della tostatura, infatti, si può dedurre sin da subito con la semplice osservazione del chicco integro . E’ quindi necessaria che sia eseguita a regola d’arte per presentare i grani nella loro veste migliore.

Prima della tostatura viene fatta la suddivisione dei chicchi a seconda dell’origine: questo perché non esiste una tostatura uguale per ogni tipologia di caffè e la suddivisione in gruppi omogenei fa in modo che i grani vengano arrostiti, tutti quanti, in modo uniforme, per permettere la preparazione un ottimo espresso.

Ogni tipo di caffè reagisce, ad esempio, in modo diverso al calore, proprio quello che permette di “attivare” tutte le proprietà del singolo chicco. E’ quindi fondamentale individuare per ogni tipologia di caffè, di particolare origine, la giusta curva della tostatura, ossia il meccanismo perfetto che porta i chicchi a sprigionare tutto il loro potenziale e non, al contrario, a cuocersi o carbonizzarsi.

Attibassi: qualità dal 1918

Attibassi riesce ad assicurare un’ottimale tostatura grazie a due caratteristiche che contraddistinguono, per altro, il gruppo aziendale di cui fa parte, Co.ind:

  • La grande esperienza, lunga anni, unita alla passione per il caffè.
  • Le tecnologie sofisticate che permettono di ottenere, attraverso il costante monitoraggio, le tostature perfette.

L’esperienza nel settore food, che nel caso di Attibassi, è ormai centennale, permette all’azienda di attingere a preziose conoscenze stratificate e sedimentate nella storia, facendo in modo di ottenere sempre il meglio da ogni singolo chicco. Dal 1918 la storia non è cambiata, allora come adesso, la produzione Attibassi persegue l’eccellenza.

Le tecnologie di cui si è dotata l’azienda negli anni hanno permesso di raggiungere l’obiettivo della perfezione in modo ancora più mirato: tutti i processi sono monitorati e incastrati in un meccanismo perfetto per regalare solo la migliore delle coffee experience.

Nella torrefazione, ad esempio, la fase di arrostitura avviene sotto il rigoroso controllo del personale qualificato, che per mezzo di sistemi altamente tecnologici, tiene costantemente sotto controllo la curva della tostatura che avviene tramite un getto di aria calda: questo impedisce ai chicchi di venire in contatto con elementi di metallo ad altissima temperatura che provocherebbero la bruciatura dei chicchi, con spiacevoli ricadute sul gusto del caffè.

Il procedimento della torrefazione del caffè

Senza dubbio una delle fasi più complesse del processo di produzione del caffè, la torrefazione necessita di personale altamente qualificato e apparecchiature che possano garantire la costante osservazione dei processi: solo così le miscele in grani Attibassi possono distinguersi dalle altri presenti sul mercato.

Ad esempio, nella fase della tostatura i chicchi subiscono una trasformazione non indifferente: il colore vira verso il bruno-nero e compare, l’olio che andrà a determinare l’aroma del caffè, quello che in gergo si chiama caffeone.

La temperatura della camera di tostatura viene sempre monitorata perché si attesti attorno ai 240 gradi, pena il compromettere l’intera partita di caffè. Quando i chicchi si arrostiscono, occorre fare molta attenzione anche perché, via via, si riduce il grado di caffeina presente in essi: se si ha necessità di produrre miscele con grande percentuale di caffeina, una temperatura non troppo alta e a comparsa graduale permetterà il mantenimento della caffeina. Al contrario, le alte temperature “di getto” ne riducono la presenza.

A concorrere alla realizzazione di ottime miscele in grani targate Attibassi vi è anche l’attenzione alla fase di asciugatura: il caffè, sia in grani che macinato, è molto sensibile all’umidità, che può comprometterne inevitabilmente la consistenza e il gusto.

La fase asciugatura, effettuata sui chicchi Attibassi, permette di “scongiurare il pericolo umidità”, accordando diversi tipi di asciugatura a seconda del risultato finale che si vuole ottenere: corposità e dolcezza sono tipici, ad esempio di un’asciugatura veloce; al contrario una lenta, produrrà dei chicchi dal profilo meno corposo e più “biscottato”.

Miscelazione dei caffè in grani Attibassi

L’ottimo caffè in grani Attibassi deriva non solo dalla sapiente tostatura, ma anche dalla miscelazione dei diversi tipi di caffè al fine di rendere possibili le creazioni uniche Attibassi che oggi conosciamo.

E’ la miscelazione quel tocco finale che permette di gustare solo il meglio delle selezioni attuate dall’azienda: la “ricetta” finale deve possedere un delicato equilibrio, tra gusto e composizione, necessari a rendere inimitabile il caffè di queste miscele. Lo scopo è sempre quello di fornire un caffè in grani di prima qualità a bar, locali o concessionari Attibassi sparsi per il mondo. Perché si possano cogliere tutte le sfumature della miscelazione dell’azienda, occorre che il packaging sia adeguato e completamente ermetico, per garantire l’adeguata separazione da agenti esterni che possono compromettere le caratteristiche del caffè.

Attibassi propone un elegante packaging dal colore nero carbone, sul quale svetta fieramente il logo aziendale dai toni rosso e giallo e lo stemma tipico del brand. A completare la confezione un intricato sole, fatto di ghirigori dal sapore un po’ barocco.

Le miscele in grani che attualmente propone l’azienda sono tre:

  • Sublime 100% Arabica
    In confezione da 1 kg, questa miscela è Arabica 100%: caratterizzata dall’equilibrio tra i grani provenienti dal Brasile e dall’India, unisce sapientemente il gusto dolce e intenso del primo e il profumo aromatico di spezie e cacao del secondo. In questo modo viene garantita la tipica corposità di questa miscela, con gusto rotondo e aromatico.
  • Crema d’oro
    Crema d’oro si presenta come una miscela equilibrata che fonde gli Arabica del Brasile – con gusto dolce e intenso – e gli Arabica del Centro America ed Etiopia, con note fiorate e aromatiche. E’ presente anche una piccola quantità di Robusta che regala un’ottima corposità. Le confezioni sono da 1kg e da 500 grammi.
  • Miscela 1918
    Miscela 1918 è un omaggio a quelle che sono le origini di Attibassi e alla data di fondazione. In essa si racchiudono cento anni di esperienza e di passione per il caffè. La miscela rivela decisamente le note del caffè tipico italiano, quello che incontra il gusto di tutti. La ricetta prevede pregiati Robusta da Africa e India uniti con gli Arabica degli altopiani brasiliani. Il risultato è la storia in una tazzina: grande rotondità, sostenuta dall’inequivocabile aroma. La confezione di “Miscela 1918” è da 1 kg.